venerdì 30 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 30 LUGLIO

Le Scadenze di lunedì 02 agosto 2010
MOD. 770/2010 ORDINARIO
Invio all'Amministrazione finanziaria della dichiarazione dei sostituti d'imposta che presentano il Modello 770/2010 ordinario;
MOD. 770/2010 SEMPLIFICATO
Invio all'Amministrazione finanziaria della dichiarazione dei sostituti d'imposta che presentano il Modello 770/2010 semplificato;
IVA – RIMBORSO/COMPENSAZIONE TRIMESTRALE
Termine per la richiesta di rimborso/compensazione dell'IVA a credito del trimestre precedente;
DENUNCIA UNI-EMENS
Denuncia telematica delle retribuzioni e dei contributi relativi al mese precedente;
INPS MANODOPERA AGRICOLA
Denuncia relativa alle retribuzioni del trimestre precedente;

È legge la manovra correttiva 2010
È stato convertito in Legge n. 122/2010 il Decreto Legge n. 78/2010 (c.d. Manovra correttiva 2010), che ha introdotto una serie di novità finanziarie per gli anni 2011 e 2012.
La Legge citata sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, 30 luglio 2010, n. 176.

Istruzioni per le nuove cartelle di pagamento: Provvedimento delle Entrate
Con Provvedimento Agenzia delle Entrate 28 luglio 2010, l'Agenzia delle Entrate ha approvato ulteriori avvertenze relative alla nuova cartella di pagamento approvata con Provvedimento 20 marzo 2010.
Rispetto alle precedenti istruzioni in essere, le nuove approvate si caratterizzano per un linguaggio semplice e chiaro, forniscono dettagliatamente le modalità di ricorso per ogni tipo di iscrizione a ruolo, specificando quali siano le autorità a cui fare ricorso ed i dati che devono essere forniti.

Conformità catastale in caso di compravendita: Circolare di Confedilizia
Con Circolare 23 luglio 2010, Prot. N. 14233.10/GST/gp, Confedilizia ha chiarito che, in caso di compravendita o altro atto di trasferimento di immobili, la Manovra finanziaria approvata ieri dal Parlamento non comporta né la necessità di acquisire una perizia tecnica attestante la regolarità catastale dell'immobile, né quella di presentare una nuova planimetria dello stesso.
Nello specifico, la Circolare precisa che:
  • l'utilizzo dell'opera di un tecnico ai fini dell'attestazione della conformità dell'immobile alle risultanze catastali è una mera facoltà, ben potendo il proprietario dichiarare autonomamente la conformità in questione;
  • la conformità delle planimetrie allo stato di fatto dell'immobile deve essere valutata esclusivamente sulla base delle disposizioni vigenti in materia catastale.

Se l'extracomunitario perde il lavoro ha diritto comunque al rinnovo del permesso di soggiorno
Il TAR della Campania, con la Sentenza n. 16994 del 27 luglio 2010, ha chiarito il principio in base al quale il cittadino extracomunitario che si trovi nella condizione di perdere il posto di lavoro, non può vedersi rifiutare il rinnovo del permesso di soggiorno da parte dei competenti uffici della Questura.
Nello specifico il Tribunale Amministrativo in oggetto ha sottolineato come la perdita del posto di lavoro di per sè non sia condizione ostativa al rinnovo del permesso di soggiorno, dovendo invece essere garantito al soggetto interessato un congruo lasso di tempo affinché possa ricercare una nuova occupazione, avendo, contestualmente, il diritto di essere iscritto nelle liste di collocamento.

giovedì 29 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 29 LUGLIO

Ritenuta senza IVA sui bonifici 36% e 55%: Circolare delle Entrate
Con Circolare 28 luglio 2010, n. 40, l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle regole per effettuare la ritenuta del 10% sui bonifici relativi al pagamento di lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico.
In particolare, con tale documento è stato precisato che la ritenuta d'acconto va calcolata sull'importo del pagamento al netto dell'IVA considerata convenzionalmente sempre al 20%.
Inoltre, se per le prestazioni è già prevista l'applicazione di una ritenuta da parte del soggetto ordinante (ad esempio ritenuta del 4% per i condomini), va applicata solamente la nuova ritenuta del 10%, ex D.L. n. 78/2010.
Eventuali violazioni del nuovo obbligo non verranno comunque sanzionate in sede di prima applicazione della norma.

In corso di pubblicazione il Decreto sulla revisione delle "Black list"
È in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il Decreto, firmato in data 27 luglio 2010, con il quale il Ministero dell'Economia aggiorna le liste dei Paesi a fiscalità privilegiata (c.d. "black list") attualmente in vigore in Italia.
Il Provvedimento prevede l'esclusione dalle suddette liste di Cipro e Malta (in quanto Paesi entrati a far parte della UE) nonché della Corea del Sud.
Si ricorda che le c.d. "black list" dovranno essere utilizzate anche per l'imminente comunicazione dei rapporti con clienti e fornitori di quei paesi, la cui scadenza è fissata al 31 agosto 2010 ma che dovrebbe essere prorogata al 31 ottobre 2010.

Retroattività dell'IRAP: Sentenza Corte di Cassazione
Con Sentenza 28 luglio 2010, n. 17603, la Corte di Cassazione ha stabilito che l'IRAP è dovuta anche per riduzioni di debiti relativi a costi sostenuti antecedentemente al 1997, ossia prima dell'entrata in vigore dell'imposta stessa.
Secondo i giudici, infatti, "la riduzione di un debito, da parte di un creditore, a favore di un soggetto passivo di IRAP è oggetto di IRAP, anche se esso è correlato a componenti del valore della produzione di periodi di imposta precedenti all'entrata in vigore del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446":

Avvio della fase sperimentale dell'applicazione web "Piano di rientro": messaggio INPS
L'INPS, con il Messaggio n. 19684 del 28 luglio 2010, rende noto che è in corso la fase di sperimentazione della nuova applicazione web denominata "piano di rientro" che consentirà di richiedere on-line, con modalità dilazionata breve, il versamento dei contributi dovuti mensilmente dai datori di lavoro per i quali non siano ancora state avviate le attività ordinarie di recupero del credito.
Tale modalità di pagamento dilazionato sarà rivolta esclusivamente alle aziende con dipendenti che utilizzano l'UniEMens le quali potranno ricorrere alla procedura "piano di rientro" per un massimo di due volte nell'anno solare e per un totale complessivo di quattro denunce mensili.

Indennità di maternità: diritto esclusivo della madre
La Corte Costituzionale con la Sentenza n. 285 del 28 luglio 2010, ha sancito l'esclusività del diritto della madre di fruire dell'indennità di maternità, non riconoscendo la possibilità della fruizione da parte del padre.
Con la decisione di cui in oggetto la Corte rigetta la supposta violazione del principio di parità, sostenendo che il ruolo della madre e quello del padre sono tra loro diversi in relazione alla procreazione, nonché sostenendo la necessità di recupero in capo alla madre partoriente a seguito della nascita del fanciullo, sicuramente non equiparabile a quella del padre.

Manovra correttiva 2010: oggi si conclude l'iter parlamentare
Nella tarda mattinata di oggi è previsto il voto finale di conversione in legge del DL n. 78/2010, c.d. "manovra correttiva 2010".
È quasi certo che il testo che sarà oggi approvato sia identico a quello corretto in Senato. Ora si attende, in tempi brevi, la pubblicazione di tale legge sulla Gazzetta Ufficiale.

L'INPS fornisce chiarimenti sul regime contributivo dell'indennità di trasferta
L'INPS, nel Messaggio 28 luglio 2010, n. 19685, fornisce chiarimenti in merito al regime contributivo dell'indennità di trasferta dopo aver sentito il parere del Ministero del Lavoro. Quest'ultimo, nell'Interpello n.14/2010, aveva dichiarato ammissibile la stipula di un accordo collettivo aziendale che preveda la corresponsione di una indennità di trasferta di importo superiore a quanto previsto dalla contrattazione nazionale o territoriale, precisando che tale importo può beneficiare dell'esenzione IRPEF entro i limiti fissati dall'articolo 51 TUIR a condizione che l'accordo aziendale sia depositato presso gli Enti preposti.
L'INPS, nel Messaggio in oggetto, ribadisce che gli importi dell'indennità di trasferta stabiliti dal contratto aziendale o da quello individuale nell'ipotesi in cui vengano concordati o erogati in misura superiore rispetto a quanto stabilito dalla contrattazione collettiva, godono dell'esenzione contributiva nei limiti di 46,48 euro per le trasferte in Italia e 77,47 euro per le trasferte all'estero.

Modello 770/2010 Semplificato: scadenza prorogata al 20 agosto
Il DPCM 27 luglio 2010, che dispone il differimento al 20 agosto 2010 di tutti i versamenti aventi scadenza nel periodo 1° agosto - 20 agosto 2010, senza alcuna maggiorazione, riguarda anche la presentazione in via telematica del modello 770/2010 Semplificato, in scadenza il 2 agosto (in quanto il 31 luglio cade di sabato).
In altre parole, pertanto, il termine ultimo di presentazione del modello 770/2010 Semplificato è fissato a venerdì 20 agosto 2010.

mercoledì 28 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 28 LUGLIO

Annullamento di un atto illegittimo: Circolare CNDCEC
Con Circolare 22 luglio 2010, n. 20/IR, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili è intervenuto a proposito della Sentenza 19 gennaio 2010, n. 698 della Corte di Cassazione, che ha condannato l'Agenzia delle Entrate a risarcire le spese legali sostenute dal contribuente per ricorrere contro un atto illegittimo.
Secondo il CNDCEC, il mancato o tardivo annullamento in autotutela di un atto impositivo illegittimo comporta il diritto al risarcimento del danno derivante dal principio del neminem laedere.

Il bottigliometro prova il maggior ricavo del ristorante: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 23 luglio 2010, n. 17408, la Corte di Cassazione ha stabilito che le bottiglie di acqua minerale consumate dal ristoratore possono, così come i tovaglioli utilizzati, costituire base di accertamento per ricostruire induttivamente il reddito del ristorante (o pizzeria).
Infatti, il consumo di acqua minerale, considerata prodotto necessario ed indispensabile per lo svolgimento dell'attività di ristorazione, costituisce una prova per presunzioni per dimostrare un maggior ricavo dell'impresa.

Legittimo l'accertamento basato sui controlli dei c/c dei parenti: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 23 luglio 2010, n. 17390, la Corte di Cassazione ha stabilito la legittimità dell'accertamento induttivo basato sulle movimentazioni bancarie della moglie del contribuente titolare di un'attività commerciale.
Con tale Sentenza, i giudici hanno ribadito il principio secondo cui i conti bancari dei parenti, coinvolti meno nell'attività, possono essere utilizzati come prova dei redditi dell'imprenditore; l'onere della prova, in tali casi, si rovescia sull'imprenditore stesso, il quale dovrà dimostrare che i versamenti sul conto corrente della moglie (nel caso di specie, una casalinga) non possono essere imputati all'attività commerciale.

Protocollo sulle politiche del lavoro e sostegno al reddito
In data 27 luglio 2010 è stato sottoscritto, tra il Ministero del Lavoro e l'Upi (Unione delle Province Italiane), un protocollo d'intesa che prevede il potenziamento dei Centri per l'Impiego.
In base a tale protocollo, i Centri per l'impiego potranno:
  • erogare i voucher per lavoro accessorio;
  • certificare i contratti di lavoro;
  • promuovere l'apprendistato e i tirocini in impresa.

Proroga dei versamenti di agosto 2010
È in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 luglio 2010 che dispone la proroga degli adempimenti tributari da effettuarsi nel mese di agosto 2010.
In particolare, il provvedimento prevede, all'articolo 1, il differimento al 20 agosto 2010 degli adempimenti fiscali e versamenti aventi scadenza nel periodo 1 agosto - 20 agosto 2010, senza alcuna maggiorazione.
Resta confermata al 5 di agosto 2010, la scadenza del versamento, maggiorato dell'importo nella misura dello 0,40%, dovuto ai sensi dell'articolo 1, comma 1 lettera b) del DPCM 10 giugno 2010, concernente il differimento, per l'anno 2010, dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore nonché il differimento.

martedì 27 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 27 LUGLIO

Esenzione da imposte di successione/donazione per le quote sociali: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 26 luglio 2010, n. 75, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che per poter accedere al regime di favore previsto dall'art. 3, comma 4-ter, D.Lgs n. 346/1990, occorre computare sia le partecipazioni detenute tramite altri soggetti sia il regime di comproprietà o meno su ognuna delle partecipazioni rilevanti al controllo.
Al riguardo, si ricorda che il suddetto regime di favore prevede l'esenzione dalle imposte di successione e donazione per le quote sociali e azioni mediante le quali si acquisisce o si integra il controllo della società partecipata.

Nuovo modello di convenzione fiscale dell'OCSE
L'OCSE ha approvato un nuovo modello di convenzione fiscale (Model tax convention), il quale ha definito le regole che dovranno seguire i Paesi firmatari delle convenzioni fiscali redatte secondo le indicazioni dell'OCSE medesimo.
In tale documento, tra l'altro, è stato stabilito che, salvo rare eccezioni, gli utili delle stabili organizzazioni devono essere soggetti ad imposta nel Paese di origine dell'impresa.

Trattamento fiscale dei fanghi di smaltimento: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 26 luglio 2010, n. 74, l'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un'istanza di interpello sul trattamento fiscale dell'utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura, che la società istante riceve dietro compenso provvedendo allo spandimento sul proprio terreno.
Secondo l'Agenzia, in risposta all'interrogazione se tale corrispettivo costituisse reddito agrario, il contratto stipulato per lo smaltimento dei fanghi configura una prestazione di servizi, che non può essere ricondotta ad una fase della coltivazione e non può pertanto confluire nel reddito agrario. I corrispettivi costituiscono pertanto:
  • reddito diverso, per il solo fatto che la società si impegni a ricevere i fanghi;
  • reddito d'impresa, nel caso in cui la stessa provveda direttamente allo spandimento dei fanghi.

Pensione per gli iscritti alla Gestione separata: rendita vitalizia in caso di mancato versamento contributivo da parte del committente
L'INPS, con la Circolare n. 101 del 26 luglio 2010, interviene in merito all'estensione ai lavoratori iscritti alla Gestione separata della tutela ai fini pensionistici prevista dall'art. 13 Legge 12 agosto 1962, n. 1338, fino ad ora solo per i lavoratori subordinati in caso di mancato versamento dei contributi da parte dei datori di lavoro.
In particolare, anche gli iscritti alla Gestione separata che non siano titolari dell'obbligo contributivo (co.co.co., associati in partecipazione, lavoratori autonomi occasionali), in caso di omesso versamento da parte del committente di contributi per i quali sia già maturata la prescrizione, possono chiedere all'INPS la costituzione di una rendita vitalizia tramite il riscatto dei periodi non coperti da contribuzione.

Conversione del permesso di soggiorno per studio in permesso per lavoro autonomo
Il Ministero del Lavoro - Direzione generale dell'Immigrazione, con la Nota n. 3361 del 22 luglio 2010, ha precisato che: per gli stranieri extracomunitari già regolarmente soggiornanti in Italia, è ammissibile la conversione del permesso di soggiorno per studio o formazione professionale in permesso di soggiorno per lavoro autonomo, anche in presenza di un contratto a progetto.

Da oggi è attivo un nuovo canale Entratel
L'Agenzia delle Entrate, con un Comunicato stampa del 26 luglio 2010, rendo noto che:dalle ore 12.00 di oggi, 27 luglio 2010, è attivo il numero 800 299940, operativo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e sabato dalle 8.00 alle 14.00.
Si tratta, precisa l'Agenzia, di un "terzo canale di emergenza" che si è reso necessario per far fronte alla temporanea sospensione del canale Entratel (848836526), dovuta a cause non dipendenti dall'Agenzia.

Cassazione: convivenza effettiva in attesa della Carta di soggiorno
Con la Sentenza n. 17346 del 23 luglio 2010, la prima Sezione della Corte di Cassazione è intervenuta in merito alla necessità dell'effettiva convivenza dell'extracomunitario con il coniuge italiano nell'attesa della concessione della Carta di soggiorno.
In particolare la Sentenza in esame ha ribadito come, ai sensi dell'articolo 10 del D.Lgs n. 30/2007, l'extracomunitario ancorché coniugato con un italiano, trascorso il periodo di tre mesi di soggiorno "informale", debba effettivamente convivere con il congiunto nelle more della concessione della Carta di soggiorno che va comunque richiesta.

lunedì 26 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 26 LUGLIO

Iscrizione in bilancio alternativa per le concessioni: Applicazione OIC
In data 23 luglio 2010, l'Organismo italiano di contabilità (OIC) ha reso noto di aver approvato in via definitiva l'Applicazione IAS/IFRS n. 3 relativa all'IFRIC 12, documento interpretativo emanato dallo IASB e relativo agli accordi per servizi in concessione.
Attraverso tale applicazione, rubricata "IFRIC 12 - Accordi per servizi in concessione", l'OIC prevede la possibilità di contabilizzare i beni in concessione non più solamente come attività materiali, ma anche come attività immateriali o finanziarie.

No alla restituzione del bene donato indirettamente con lesione della quota legittima: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 12 maggio 2010, n. 11496, la Corte di Cassazione ha stabilito che il legittimario del donante, che abbia patito la violazione della propria quota di legittima, non può chiedere in restituzione l'immobile donato in modo indiretto, se quest'ultimo sia stato a sua volta venduto dal donatario.
I giudici, in tale caso, infatti, hanno ritenuto prevalenti le ragioni del titolare del bene oggetto di donazione indiretta rispetto al legittimario leso nella sua quota legittima, posto che nel caso di donazione indiretta non è possibile accertarne l'avvenuta stipula.

Accertamento per maggiore imposta di registro: Sentenza Corte di Cassazione
Con Sentenza 16 luglio 2010, n. 16743, la Corte di Cassazione ha stabilito che è legittimo l'avviso di accertamento per la maggiore imposta di registro notificato al venditore di un terreno. Sono infatti obbligati in solido al pagamento venditore ed acquirente, a meno che il venditore non sia esentato a seguito della presentazione, da parte dell'acquirente, di un'istanza di condono.

Illegittimità del termine di 150 giorni per la restituzione degli aiuti di Stato
La Corte Costituzionale, con la Sentenza n. 281 del 23 luglio 2010, ha sancito l'illegittimità costituzionale della norma che dichiara priva di efficacia la sospensione del pagamento della cartella di pagamento, decorso il termine di centocinquanta giorni.
Nello specifico, la decisione è stata emessa al fine di dare piena efficacia al principio costituzionale di parità delle parti, che sarebbe incontestabilmente violato dal decorso del breve periodo di centocinquanta giorni. A seguito di tale decisione la Corte ha voluto riallineare la posizione del soggetto privato a quella dell'Ente pubblico.

INPS: le innovazioni nel campo della sicurezza sociale
L'INPS, con la Circolare n. 100 del 23 luglio 2010, ha ricordato che dal 1° maggio 2010 sono in vigore i nuovi regolamenti comunitari in materia di sicurezza sociale, ossia i Regolamenti CE n. 987/2009 e n. 988/2009, pubblicati sulla Gazzetta ufficiale UE con la L. n. 284/2009.
Nello specifico, l'Istituto si sofferma sul carattere innovativo legato alla progressiva eliminazione di tutti i formulari cartacei, i quali verranno sostituiti da un articolato e capillare sistema di scambio telematico, volto a semplificare e velocizzare le prestazioni a favore dei cittadini degli Stati membri.

venerdì 23 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 23 LUGLIO

Le Scadenze di lunedì 26 luglio 2010
IVA COMUNITARIA ELENCHI INTRASTAT MENSILI E TRIMESTRALI
Presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi delle cessioni di beni / servizi resi e degli acquisti di beni / servizi ricevuti, registrati o soggetti a registrazione, relativi a giugno (soggetti mensili) e al secondo trimestre (soggetti trimestrali).

Pubblicata nella GUUE la Direttiva Ue relativa alla fattura elettronica
È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea 22 luglio 2010, n. 189 serie L, la Direttiva 13 luglio 2010 n. 2010/45/Ue, la quale ha introdotto importanti novità in materia di fatturazione elettronica.
In particolare, dal 2013, a titolo esemplificativo, sarà possibile:
  • attestare l'autenticità e l'integrità della fattura secondo le modalità stabilite dal soggetto emittente;
  • emettere la fattura semplificata per le transazioni fino a 100 euro;
  • per le imprese con fatturato fino a 500.000 euro contabilizzare l'imposta a debito ed a credito al momento dell'incasso e del pagamento.

Obblighi di compilazione del Quadro RW: Cassazione
Con le Sentenze n. 17051 e n. 17052, depositate in data 21 luglio 2010, la Corte di Cassazione ha disposto che gli obblighi di compilazione del Quadro RW interessano anche le persone fisiche che, di fatto, possono operare su conti riferiti ad altri soggetti.
In sostanza, i giudici hanno ribadito un orientamento ormai consolidato, in base al quale gli obblighi di monitoraggio fiscale insistono non solo sui titolari delle attività detenute all'estero, ma anche sui soggetti che hanno la disponibilità e movimentano tali attività.

Deduzioni e detrazioni fiscali: Circolare Assonime
Con Circolare 22 luglio 2010, n. 26, Assonime ha illustrato i principali chiarimenti contenuti nelle recenti Circolari dell'Agenzia delle Entrate in materia di deduzioni e detrazioni fiscali.
In particolare, fra l'altro è stato ricordato che:

  • la detrazione di imposta del 55% non è cumulabile con altre agevolazioni in materia di risparmio energetico previste da parte della Comunità Europea: è possibile per il contribuente fruire del 55% in attesa del riconoscimento di tale altro contributo, ma nel momento in cui ciò avvenga è necessario restituire integralmente la detrazione già utilizzata;
  • il termine per l'invio della comunicazione 55% all'Enea decorre dalla data di fine lavori, che deve coincidere con quella del "collaudo" degli interventi;
  • la detrazione degli interessi passivi pagati sul mutuo stipulato per l'acquisto dell'abitazione principale rimane valida anche qualora il contribuente trasferisca la residenza per motivi di lavoro: qualora venga meno l'esigenza lavorativa, decadrà anche la detrazione, a partire dall'esercizio successivo.

Settore pesca: monitoraggio da parte dell'INPS sull'utilizzo degli ammortizzatori in deroga
L'INPS, con il Messaggio n. 19313/2010, rende noto che darà inizio ad una fase di monitoraggio sull'utilizzo delle risorse pari a 20 milioni di euro stanziati per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga per il settore della pesca.
L'Istituto chiarisce che una volta raggiunto l'utilizzo di una quota pari all'80% delle risorse stanziate, scatterà la segnalazione al Ministero del Lavoro.

INPS: nuove disposizioni in tema di distacco UE
Con la Circolare n. 99/2010 l'INPS, prendendo a riferimento i Regolamenti CE n. 883/2004 e n. 987/2009, rende note le novità in merito alla legislazione applicabile ai lavoratori che decidono di spostarsi all'interno della UE.
Le novità principali riguardano la durata massima del distacco, che passa da 12 mesi a 24 mesi, la sostituzione del documento E101, in merito alla conservazione della legislazione previdenziale del Paese di provenienza del lavoratore, con il formulario A1.

In arrivo le lettere INPS per la verifica dell'invalidità civile
L'INPS, con il Messaggio n. 19321 del 22 luglio 2010, rende noto che è iniziato l'invio di 100.000 lettere raccomandate ai titolari di benefici economici di invalidità civile, al fine di verificare l'esistenza delle patologie invalidanti.
L'invalido, entro 15 giorni dal ricevimento della lettera, dovrà inviare l'apposita documentazione al Centro medico legale dell'INPS.

Impugnabilità del verbale di conciliazione concluso in sede sindacale
La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, nel Parere n. 21 del 22 luglio 2010, affronta i casi in cui è lecito per il lavoratore impugnare il verbale di conciliazione concluso in sede sindacale.
In merito, la Corte di Cassazione, nella Sentenza del 18 agosto 2004, n. 1616 ha affermato che la conciliazione in sede sindacale è immediatamente valida e non può essere impugnata nel termine di sei mesi previsto dal comma 4 dell'articolo 2113 c.c. Tuttavia, la Fondazione Studi ricorda che la validità della conciliazione sussiste se sono rispettati i seguenti requisiti:

  • effettività della partecipazione del sindacato alla conciliazione;
  • assistenza svolta dall'associazione cui il lavoratore abbia conferito mandato;
  • rispetto della procedura conciliativa prevista dai contratti collettivi.

giovedì 22 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 22 LUGLIO

Plusvalenza per l’avviamento: Sentenza Ctr Lazio
Con Sentenza depositata il 27 maggio 2010, n. 120/7/2010, la Commissione Tributaria Regionale del Lazio ha stabilito che ai fini dell’accertamento relativo alle imposte dirette, la plusvalenza scaturita dal valore dell’avviamento su cui è pagata l’imposta di registro rappresenta per gli Uffici solo una presunzione, che può quindi essere smentita dal contribuente qualora egli fornisca prova contraria.
I Giudici hanno infatti rilevato che in effetti il valore relativo al pagamento dell’imposta di registro costituisce il valore di compravendita di un bene, rispetto a quello delle imposte dirette che si riferisce al solo valore di acquisto: tuttavia tutto ciò costituisce solamente una presunzione, che legittima l’Amministrazione finanziaria a procedere ad accertamento induttivo.

La mancata esibizione dei documenti è indizio di condotta dolosa: Sentenza della CTR Lombardia
Con Sentenza n. 21/66/10, la Commissione tributaria regionale della Lombardia ha stabilito che qualora il contribuente non esibisca i documenti, tale condotta rappresenta un indizio della volontà dello stesso di sottrarsi al legittimo controllo degli uffici finanziari. Ne deriva che il comportamento, sanzionabile in quanto considerato sleale nei confronti dell'Amministrazione finanziaria, è espressione della consapevole scelta dolosa di voler operare al di fuori delle regole fiscali.

Accertamento valido anche in caso di calcoli errati da parte dell’Ufficio: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 21 luglio 2010, n. 17072, la Corte di Cassazione ha statuito che l’errore di calcolo del Fisco non compromette l’intero accertamento. In base alla Sentenza, infatti, il giudice non può annullare il processo di accertamento ma deve procedere a una nuova valutazione. Nel caso specifico, l’Ufficio dell’Amministrazione finanziaria non aveva calcolato correttamente il maggior ricavo, non avendo considerato i beni strumentali.

In arrivo la proroga dei versamenti di agosto
È in corso di emanazione il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che dispone il rinvio dal 16 agosto al 20 agosto dei termini di pagamento in scadenza nelle prime tre settimane di agosto.

Il DURC non è necessario per partecipare all’appalto pubblico
Il TAR Emilia Romagna, con la Sentenza n. 5425/2010, ha stabilito che, ai fini della partecipazione ad una gara d’appalto pubblica, non è necessario presentare la certificazione di regolarità contributiva (DURC). Posto che la certificazione della regolarità contributiva è requisito per la partecipazione fin dal momento della domanda, è stata riconosciuta la facoltà dell’azienda a dichiarare tale condizione, previo impegno a presentare la certificazione al momento dell’assegnazione, pena l’esclusione.

mercoledì 21 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 21 LUGLIO

Cartelle esattoriali presso le tabaccherie: Protocollo d'Intesa
Con Protocollo d'Intesa firmato il 20 luglio 2010 tra il Ministro per la Pubblica Amministrazione ed Innovazione ed Equitalia Spa è stato stabilito che a partire dalla fine del 2010 sarà possibile pagare le cartelle esattoriali presso le tabaccherie, i centri commerciali, i soggetti del circuito Lottomatica aderenti al progetto "Reti amiche".
Il protocollo d'intesa, che dev'essere completato con gli accordi attuativi con le singole categorie, mira a migliorare l'accessibilità ai servizi pubblici per i cittadini, lasciando invariati i costi per le commissioni.

Pubblicata in G.U. la Legge di conversione della proroga del MUD

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 20 luglio 2010, n. 167, la Legge di conversione del D.L. n. 72/2010, che ha prorogato il termine per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) che scadeva il 30 aprile scorso.
La legge ha spostato al 30 giugno 2010 il termine per la presentazione del modello, che poteva essere effettuata anche utilizzando il "vecchio" modulo.

Doppio reato per le frodi carosello: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 15 luglio 2010, n. 27541, la Corte di Cassazione ha stabilito che l'imprenditore, che emette fatture per operazioni inesistenti al fine di utilizzarle con società cartiere per eludere le imposte, risponde non solo del reato di falsa fatturazione, bensì anche di truffa aggravata.
In particolare, la frode carosello contestata configura entrambe le due fattispecie criminali sopra richiamate, le quali non sono in rapporto di specialità; pertanto le pene possono essere cumulate.

ENPALS: precisazioni sul congedo straordinario per l'assistenza a un disabile grave
L'ENPALS, con il Messaggio n. 4 del 14 luglio 2010, comunica che l'INPS ha ripristinato la modalità di recupero, tramite conguaglio, dell'indennità per congedo straordinario per l'assistenza a disabili gravi (di cui all'art. 42, comma 5, D.Lgs n. 151/2001), anche per i lavoratori assicurati presso altri Enti previdenziali.

Donna vittima di incidente stradale: indennizzabile la riduzione delle capacità di affrontare i lavori di casa anche se assistita dalla colf
La terza sezione civile della Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 16896 del 20 luglio 2010, ha stabilito che la donna vittima di infortunio derivante da incidente stradale è legittimata ad ottenere il risarcimento per la ridotta capacità di svolgere i lavori domestici; tale diritto prescinde dall'utilizzo di una colf in relazione a detti lavori.
La Suprema Corte ha così deciso, sia perché ha ritenuto comunque i compiti della donna di maggiore rilevanza e responsabilità rispetto a quelli della colf, sia perché tale utilizzo intensifica il pregiudizio economico cui è esposto il soggetto offeso.

martedì 20 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 20 LUGLIO

Prestazioni Intracomunitarie a cavallo del 2009 - 2010 e nuova territorialità: Circolare Assonime
Con Circolare 19 luglio 2010, n. 24, Assonime è intervenuta al fine di esaminare i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 36/2010, relativa alla riforma della territorialità delle prestazioni di servizi entrata in vigore nel 2010.
In particolare, Assonime segnala che per individuare il regime IVA e Intrastat applicabile alle prestazioni di servizi a cavallo del 2009 - 2010, occorre tener conto della normativa in vigore nel Paese membro del fornitore. Al riguardo, la Circolare sottolinea che il momento di effettuazione dell'operazione potrebbe essere disciplinato in modo differente, non avendo l'Italia ancora recepito la nuova regola comunitaria.

Il piccolo imprenditore non è soggetto ad IRAP: Sentenza della Cassazione
Con Ordinanza 24 giugno 2010, n. 15249, la Corte di Cassazione ha stabilito che non deve scontare l'IRAP il piccolo imprenditore artigiano che non si avvale in modo continuativo del lavoro altrui e che svolge la propria attività esclusivamente con la dotazione minima di beni strumentali. In tale caso, infatti, difetta il requisito, necessario per l'assoggettamento ad IRAP, dell'autonoma organizzazione.
Con tale Sentenza, quindi, l'esenzione, precedentemente prevista dai giudici di legittimità con solo riferimento agli agenti di commercio, in presenza delle medesime condizioni, è stata estesa anche alla categoria degli imprenditori artigiani, senza dipendenti e con limitati beni strumentali (nel caso di specie si trattava di un elettricista).

Agevolazioni prima casa: Sentenza CTR Lazio
Con Sentenza depositata il 1° luglio 2010, n. 438/14/10, la Commissione Tributaria del Lazio ha stabilito che decade dai benefici per l'acquisto della prima casa il contribuente socio di una cooperativa edilizia che venda l'alloggio, senza acquistare entro l'anno un altro immobile, entro i cinque anni decorsi dal momento della stipula del rogito notarile.
Secondo i giudici infatti è la formalizzazione dell'atto pubblico a segnare l'inizio della decorrenza del quinquennio per la maturazione delle agevolazioni fiscali, e non l'assegnazione dell'immobile, come sostenuto invece dal ricorrente.

Garante della privacy: nuovo intervento in materia di videosorveglianza
Il Garante della privacy, nella newsletter n. 340 del 19 luglio 2010, interviene, tra l'altro, in merito all'utilizzo della webcam. In particolare, il Garante ha impedito le videoriprese di una webcam, installata a scopo di sicurezza dal datore di lavoro in due negozi, poiché l'installazione era avvenuta senza il previsto accordo con le rappresentanze sindacali, senza il rispetto pertanto delle procedure previste in materia di videosorveglianza dallo Statuto dei lavoratori.

Istruzioni INPS sulle note di rettifica relative ai contratti di solidarietà
L'INPS, con il Messaggio n. 18918 del 19 luglio 2010, ha fornito chiarimenti in merito alla definizione delle note di rettifica emesse nel caso in cui le aziende abbiano conguagliato l'integrazione salariale relativa ai contratti di solidarietà, in misura pari all'80%, utilizzando codici errati nella denuncia contributiva mensile.

lunedì 19 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 19 LUGLIO

Le Scadenze di martedì 20 luglio 2010
VERIFICHE PERIODICHE REGISTRATORI DI CASSA
Invio telematico all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle verifiche periodiche dei registratori di cassa da parte dei laboratori e fabbricanti abilitati.

L'accertamento da studi di settore è presunzione semplice: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 7 luglio 2010, n. 16055, la Corte di Cassazione ha statuito che l'accertamento mediante applicazione degli studi di settore o dei parametri costituisce un sistema di presunzioni semplici la cui gravità, precisione e concordanza non è determinata dallo scostamento del reddito dichiarato, ma nasce in esito al contraddittorio da attivare obbligatoriamente con il contribuente.
Secondo i giudici, in sede di contraddittorio:
  • il contribuente ha l'onere di provare la sussistenza di condizioni che giustificano l'esclusione dell'impresa dall'area dei soggetti cui possono essere applicati gli standard o la specifica realtà dell'attività economica nel periodo di tempo in esame;
  • la motivazione dell'atto di accertamento non può esaurirsi nel rilievo dello scostamento, ma deve essere integrata con la dimostrazione dell'applicabilità in concreto dello standard prescelto e con le ragioni per le quali sono state disattese le condizioni sollevate dal contribuente.

Deducibilità perdita da credito non riscosso: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 23 giugno 2010, n. 113/4/10, la Commissione tributaria Regionale di Ancona si è pronunciata in merito alla deducibilità delle perdite derivanti da crediti vantati verso debitori situati all'estero.
In particolare, i giudici hanno stabilito che il contribuente può dimostrare l'impossibilità di riscuotere i propri crediti con qualsiasi mezzo, onde portare in deduzione la relativa perdita, anche, ad esempio, attraverso la produzione dei bilanci del debitore attestanti le difficoltà finanziarie.

IRAP sugli incentivi: Deliberazione Corte dei Conti
Con Deliberazione 7 giugno 2010, n. 33/2010, la Corte dei Conti ha stabilito che non è dovuta l'IRAP sui compensi incentivanti che le amministrazioni pubbliche erogano a professionisti, progettisti ed avvocati.
La pronuncia, che chiude una disputa protrattasi per lungo tempo, accetta quindi l'interpretazione secondo la quale il soggetto passivo dell'imposta è il datore di lavoro, dato che il dipendente professionista non produce reddito d'impresa nello svolgimento dell'attività oggetto di incentivi, e di conseguenza il compenso incentivante non può subire riduzioni per tale motivo.
Pertanto, al momento della costituzione del fondo per l'incentivo del dipendente l'impresa deve calcolare anche l'aliquota IRAP sugli incentivi: tuttavia, al dipendente professionista il compenso andrà corrisposto senza scomputare tale importo.

INPS: chiarimenti in merito al cumulo UE del trattamento pensionistico
Alla luce dell'entrata in vigore del Regolamento CE n. 883/2004 e del suo Regolamento di applicazione (CE n. 987/2009), l'INPS con la Circolare n. 88/2010, ha inteso spiegare le nuove regole in essi contenute in tema di pensioni e di liquidazione delle stesse.
Nello specifico, nel caso di richiesta da parte del lavoratore che ha svolto la sua prestazione in due o più Stati membri, si provvederà all'assegnazione provvisoria a seguito della totalizzazione dei periodi.

Invio telematico del certificato di malattia: prosegue il periodo di collaudo
Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e la FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri), con una nota pubblicata nella sezione "Notizie" del sito del Ministero, hanno precisato che "le procedure di trasmissione online dei certificati medici non sono state oggetto di proroga ma che, ..... valutate le criticità in corso di risoluzione, si è ritenuto di proseguire con le procedure di collaudo, che pertanto non potranno concludersi entro il termine ordinatorio, originariamente previsto, del 19 luglio.".
Il Ministero coglie occasione per invitare i medici, nell'ambito delle loro concrete possibilità tecniche, ad attuare la modalità di certificazione telematica.

venerdì 16 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 16 LUGLIO

Black list: probabile una proroga per la prima scadenza fissata al 31 agosto
In base a quanto riportato dalla stampa specializzata è probabile che la scadenza relativa all'obbligo di comunicazione delle operazioni effettuate con soggetti "black list", a oggi fissata al 31 agosto 2010, venga prorogata da parte dell'Agenzia delle Entrate.
Da quanto emerge, infatti, sarebbe in fase di ultimazione da parte del Dipartimento delle Finanze il Decreto che dovrà meglio specificare i paesi interessati, nonché gli eventuali settori che potrebbero godere di una esenzione.
Si ricorda che in base al nuovo adempimento, introdotto dal D.L. n. 40/2010 ed entrato in vigore dal 1° luglio scorso, le comunicazioni delle operazioni mensili superiori ai 50.000 euro effettuate nel mese di luglio dovrebbero essere inviate all'Agenzia delle Entrate entro il 31 agosto.

Recupero crediti INPS con avviso di addebito: Manovra correttiva dopo maxiemendamento
Con il Decreto Legge n. 78/2010, alla luce delle modifiche inserite dal maxiemendamento del 14 luglio 2010, il Governo ha introdotto una nuova procedura di riscossione per i crediti INPS, sia per quanto attiene i ritardati versamenti periodici, sia i debiti contributivi derivanti da accertamenti.
In particolare, tale procedura, che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2011, prevede la notifica di un avviso di addebito, strumento dotato di valore esecutivo, a differenza del precedente avviso bonario.
Il contribuente ha il termine di 60 giorni per provvedere all'adempimento di quanto richiesto, altrimenti scatta l'espropriazione forzata a mezzo ruolo.

Accertamento sintetico: anticipazioni del Direttore Centrale dell'Accertamento
Nel corso di un convegno tenutosi ieri 15 luglio, il Direttore centrale dell'Accertamento ha fornito alcune anticipazioni sulle novità in materia di accertamento sintetico.
In particolare è stato reso noto che:
  • è in corso di preparazione un nuovo software, tramite il quale il contribuente potrà confrontare il proprio reddito complessivo con gli elementi indice di capacità contributiva che stanno alla base dell'accertamento sintetico;
  • il nuovo strumento partirà dall'anno di imposta 2009, mentre gli accertamenti inizieranno più avanti, delineando un primo momento istruttorio, nel quale gli Uffici inviteranno a fornire chiarimenti, ed un secondo momento contraddittorio;
  • la differenza fondamentale fra accertamento redditometrico e quello sintetico si basa sul fatto che nel secondo sistema i dati presi a fondamento per la ricostruzione del reddito sono già a disposizione del Fisco, grazie alle banche dati dell'anagrafe tributaria; laddove inoltre vi fosse necessità di ottenere ulteriori dati, sarà il Fisco stesso ad attivarsi.

Premio INAIL per i lavoratori sospesi
L'INAIL, con la Nota n. 5153 del 2 luglio 2010, ricorda che il premio per i lavoratori sospesi a zero ore e impiegati in progetti di formazione o riqualificazione professionale si calcola in base alla retribuzione convenzionale giornaliera degli allievi dei corsi di formazione professionale, applicando un tasso pari al 5 per mille.
L'Istituto precisa, inoltre, che i dati relativi ai lavoratori utilizzati nei progetti di formazione o riqualificazione (codice fiscale, cognome, nome, durata del progetto), non devono essere trasmessi dai datori di lavoro ma verranno acquisiti direttamente dai competenti uffici del Ministero del Lavoro.

giovedì 15 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 15 LUGLIO

Le Scadenze di venerdì 16 luglio 2010
IVA LIQUIDAZIONE MENSILE
Liquidazione nonché versamento dell'imposta eventualmente a debito relativa al mese precedente;
IVA DICHIARAZIONE D’INTENTO
Invio telematico all'Amministrazione finanziaria dei dati relativi alle dichiarazioni d'intento ricevute nel mese precedente;
RITENUTE
Versamento ritenute su redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni nonchè su corrispettivi per contratti d'appalto nei confronti dei condomini (mese precedente);
CONTRIBUTI INPS MENSILI
Versamento all'INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente;
GESTIONE SEPARATA INPS
Versamento da parte dei committenti e degli associanti del contributo previdenziale sui compensi corrisposti nel mese precedente;
IRPEF ALTRE RITENUTE ALLA FONTE
Versamento delle ritenute operate nel mese precedente relative a redditi di lavoro autonomo e derivanti da provvigioni inerenti a rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza di commercio, utilizzazioni di marchi ed opere dell'ingegno e associazione in partecipazione;
MOD.UNICO 2010 PERSONE FISICHE – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine per i versamenti, con la maggiorazione dello 0,40%, relativi a: IRPEF (saldo 2009 e primo acconto 2010); addizionale regionale all'IRPEF (saldo 2009); addizionale comunale all'IRPEF (saldo 2009 e acconto 2010); imposta sostitutiva regime nuove iniziative (10%) e contribuenti minimi (20%, saldo 2009 e acconto 2010); saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); acconto 20% dell'imposta dovuta per i redditi a tassazione separata; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; contributi IVS (saldo 2009 e primo acconto 2010); contributi Gestione separata INPS (saldo 2009 e primo acconto 2010);
MOD.UNICO 2010 SOCIETA’ DI PERSONE – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine per i versamenti, con la maggiorazione dello 0,40%, relativi a: saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale a seguito di operazioni straordinarie; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie;
MOD.UNICO 2010 SOCIETA’ DI CAPITALI ED ENTI NON COMMERCIALI – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine entro il quale effettuare, con la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti con esercizio coincidente con l'anno solare (approvazione del bilancio nei termini ordinari), i versamenti relativi a: saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); IRES (saldo 2009 e primo acconto 2010); imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale a seguito di operazioni straordinarie; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie;
MOD.UNICO 2010 / MOD. IRAP 2010 – SOCIETA’ DI CAPITALI ED ENTI NON COMMERCIALI
Termine entro il quale effettuare, senza la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti con esercizio coincidente con l'anno solare e approvazione del bilancio nel mese di giugno (entro il 29.6.2010 per particolari esigenze ex art. 2364 C.c.) i versamenti relativi a: saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,6% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); IRES (saldo 2009 e primo acconto 2010); IRAP (saldo 2009 e primo acconto 2010);
MOD. IRAP 2010 – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento dell'IRAP (saldo 2009 e primo acconto 2010), con la maggiorazione dello 0,40%, da parte di persone fisiche, società di persone e soggetti assimilati, società di capitali ed enti non commerciali con esercizio coincidente con l'anno solare;
DIRITTO ANNUALE CCIAA – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento, con la maggiorazione dello 0,40%, del diritto CCIAA 2010 (codice tributo 3850). Si rammenta che il diritto annuale di competenza delle CCIAA di Monza e Brianza e della CCIAA di Fermo va versato utilizzando rispettivamente i codici tributo 3863 e 3866;
RIVALUTAZIONE IMMOBILI D’IMPRESA – SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento, con la maggiorazione dello 0,40% della seconda rata dell'imposta sostitutiva per la rivalutazione, con effetto anche ai fini fiscali, degli immobili d'impresa posseduti al 31.12.2008, ex art. 15, commi da 16 a 23, DL n. 185/2008 (codice tributo 1824); Versamento, con la maggiorazione dello 0,40% della seconda rata dell'imposta sostitutiva (codice tributo 1825) per l'affrancamento del relativo saldo attivo di rivalutazione;
INPS AGRICOLTURA
Versamento della prima rata 2010 dei contributi previdenziali sul reddito convenzionale da parte dei coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (IAP);
CONTRIBUTI ENPALS MENSILI
Termine per il versamento contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo;
CONTRIBUTI INPGI
Versamento dei contributi previdenziali dei giornalisti professionisti relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente;
ADDIZIONALI
Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente.

Manovra correttiva: oggi il voto di fiducia in Senato
Nella giornata di oggi, 15 luglio 2010, il governo pone al Senato la questione di fiducia sul maxi-emendamento al D.L. 31 maggio 2010, n. 78, che prevede alcune correzioni al testo della c.d. "Manovra correttiva" varato dalla commissione Bilancio.
Queste alcune delle principali novità presenti nel maxi-emendamento:
  • in tema di pensioni, a partire dal 2015 l'età per la pensione di vecchiaia sarà adeguata alla speranza di vita. Nel 2015 l'aggiornamento non potrà superare i 3 mesi, mentre il secondo aggiornamento verrà effettuato nel 2019;
  • con riferimento alle imprese di assicurazione, la variazione delle riserve tecniche obbligatorie relative al ramo vita concorre a formare il reddito dell'esercizio per la parte corrispondente al rapporto tra l'ammontare dei ricavi ed altri proventi che concorrono a formare il reddito d'impresa e l'ammontare complessivo di tutti i ricavi e proventi (tale rapporto rileva in misura non inferiore al 95% e non superiore al 98,5%);
  • per quanto riguarda la velocizzazione delle procedure per l'avvio di un'attività d'impresa, la c.d. "SCIA" (segnalazione certificata d'inizio attività) non potrà essere utilizzata per richieste come il permesso di soggiorno, il porto d'armi o in presenza di vincoli ambientali, paesaggistici o culturali.

Non sono state invece confermate, in tema di autotrasporto, le misure che prevedevano il trasporto su strada con costi minimi (da indicare anche in fattura) cui si sarebbero dovuti adeguare i contratti sottoscritti.

Fattura elettronica equiparata a quella cartacea: Direttiva Ecofin
Con Direttiva 13 luglio 2010, il consiglio Ecofin ha fornito nuove regole in tema di fatturazione elettronica, con l'obiettivo di semplificare la normativa IVA ed altresì di contrastare le frodi nell'ambito di tale imposta.
In particolare, tra l'altro, è stato previsto che la fattura elettronica dovrà essere adottata in modo generalizzato, equiparandola a tal fine a quella cartacea con semplificazione delle regole di emissione; gli operatori avranno la possibilità di scegliere il metodo di autenticazione.
Tale Direttiva dovrà essere adottata dagli Stati membri entro il 2012, per entrare in vigore il 1° gennaio 2013.

Cartelle di pagamento: Sentenza Ctp di Lecce
Con Sentenza n. 206/02/10, la Commissione Tributaria Provinciale di Lecce si è espressa sui vizi di notifica e di motivazione nelle cartelle di pagamento, stabilendo in particolare che:

  • l'avviso bonario dev'essere notificato tramite lettera raccomandata, mentre non è sufficiente la comunicazione attraverso l'interrogazione anagrafica: in tal caso il mancato ricevimento dell'avviso determina la nullità della cartella, in quanto tale documento è necessario a garantire il diritto di partecipazione al procedimento da parte del contribuente;
  • nella cartella di pagamento dev'essere specificata in modo dettagliato la modalità di determinazione degli interessi richiesti, in modo che il soggetto abbia la possibilità di verificare l'operato dell'ufficio.

Indice di rivalutazione del TFR del mese di giugno 2010
L'istituto centrale di statistica ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo per il mese di giugno 2010 è pari a 137,1 punti.
L'incidenza percentuale della differenza rispetto all'indice in vigore al 31 dicembre 2009 è pari a 0,957290; il calcolo del coefficiente di rivalutazione si esegue sommando il 75% di tale valore con un tasso fisso dell'1,5% annuo, per cui risulterà pari a 1,467968.

INPS: Procedura di tutoraggio per le verifiche amministrative
L'INPS con il Messaggio n. 18610 del 14 luglio 2010, rende noto che è già operativo un nuovo sistema di "Tutor" volto a verificare la regolarità amministrativa delle aziende. Nello specifico tale sistema si pone l'obbiettivo di evitare eventuali problematiche scaturenti dai flussi contributivi aziendali.
Per individuare le aziende interessate verrà utilizzato come parametro la contribuzione media lorda mensile dei DM 10 del 2009 e verranno individuati 5 livelli compresi tra un valore denunciato superiore al milione di euro ed inferiore a cento mila euro.

L'INPS annuncia controlli sul DMAG
L'INPS, nel Messaggio n. 18572 del 13 luglio 2010, comunica che è stata avviata un'operazione per la verifica delle retribuzioni dichiarate sui modelli DMAG per la manodopera agricola occupata nel triennio 2006/2008.
L'Istituto ha effettuato il controllo tra le retribuzioni dichiarate dai datori di lavoro agricolo confrontandole con quelle contrattuali. Ai sensi della Legge n. 81/2006, infatti, dal 1/1/2006 le retribuzioni su cui calcolare i contributi non sono più quelle convenzionali. In caso di differenze l'INPS invia al datore di lavoro una lettera di avviso con gli esiti del controllo che non è da considerarsi avviso di addebito contributivo in quanto la finalità è quella di valutare la veridicità dei dati.

mercoledì 14 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 14 LUGLIO

Le Scadenze di giovedì 15 luglio 2010
IVA – CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE
Invio telematico mensile dei corrispettivi relativi al mese di giugno da parte delle imprese della grande distribuzione commerciale e di servizi.

Rilascio del visto di conformità: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 13 luglio 2010, n. 73, l'Agenzia delle Entrate ha stabilito che il commercialista condannato per bancarotta fraudolenta in concorso e per falso ideologico non può rilasciare il visto di conformità.
In risposta ad un quesito proposto da un commercialista, che proponeva che tali reati avessero natura commerciale e non finanziaria, l'Agenzia delle Entrate ha invece precisato che ai fini del rilascio del suddetto visto, il soggetto non deve aver riportato condanne penali per reati di natura finanziaria, ai sensi del Decreto Ministeriale 31 maggio 1999, n. 164, laddove la locuzione "reati finanziari" deve intendersi "nell'accezione più ampia che contiene in sé anche i reati cd. tributari".
Potrà invece intervenire positivamente ai fini del rilascio del visto la pronuncia di riabilitazione dell'istante, relativa alle condanne citate.

Agevolazioni prima casa: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 11 giugno 2010, n. 14120, la Corte di Cassazione ha stabilito che i benefici fiscali previsti per l'acquisto della prima casa, nel caso di usucapione, possono essere concessi solo qualora siano stati richiesti dall'assegnatario dell'immobile.
Infatti, l'agevolazione può essere rilasciata solo in presenza di determinate dichiarazioni del contribuente.
Inoltre i medesimi benefici devono risultare dalla sentenza, dall'atto introduttivo o nel corso del giudizio.

Nuovo redditometro ai nastri di partenza: annuncio dell'Agenzia delle Entrate
Nel corso di un convegno sulle novità del redditometro, organizzato dall'Università Cattolica di Milano, il direttore aggiunto della Direzione centrale accertamento dell'Agenzia delle Entrate ha annunciato che i nuovi indici di maggiore capacità contributiva per gli accertamenti sintetici saranno disponibili entro fine luglio.
In particolare, entro fine mese SOSE consegnerà all'Agenzia delle entrate un primo studio statistico, elaborato su un campione di 833 mila contribuenti, suddivisi in 540 mila nuclei familiari e classificati per area geografica di appartenenza.
Inoltre, è stato confermato che il nuovo redditometro procederà "a doppio binario": per le rettifiche relative al periodo 2005 - 2008 si utilizzerà l'istituto previgente al D.L. n. 78/2010, mentre le novità saranno operative a partire dal periodo d'imposta 2009.

Il reato di omesso versamento delle ritenute di acconto
La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 25875 del 7 luglio 2010, ha stabilito che in caso di omesso versamento delle ritenute di acconto, l'evento dannoso penalmente perseguibile si perfeziona al momento della presentazione della dichiarazione annuale del sostituto d'imposta.
Nello specifico non rileva, ai fini penali, l'omissione commessa durante il periodo di imposta, bensì il mancato versamento all'atto della dichiarazione annuale.

Superamento periodo di comporto anche in assenza del certificato medico sulla base di testimonianza dei colleghi
La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 16421 del 13 luglio 2010, ha sancito la legittimità del licenziamento per superamento del periodo di comporto anche in caso di periodi di assenza non supportati dalla certificazione medica.
In particolare, la Suprema Corte ha stabilito che in assenza del certificato medico il giudice può dedurre la prova della malattia anche dalle testimonianze degli addetti all'amministrazione.

Welfare: chiarimenti sull'orario nell'autotrasporto
Con la Nota protocollo n. 25/II/0012009 del 9 luglio 2010, il Ministero del Lavoro è intervenuto fornendo chiarimenti in relazione ai tempi di guida per i dipendenti addetti del settore dell'autotrasporto.
In particolare la nota in esame il Welfare da delle delucidazioni per una lettura "coordinata" della definizione di "notte" e di "lavoro notturno" ai sensi della normativa vigente: a riguardo infatti il Ministero specifica come risulti irregolare la guida oltre le 4 ore consecutive compiuta tra la mezzanotte e le 7.00 del mattino, nel caso in cui complessivamente l'attività lavorativa abbia superato le 10 ore di prestazione nell'arco delle 24.

Pagamento diretto delle prestazioni INPS
L'INPS, con il Messaggio n. 18529 del 13 luglio 2010, ribadisce quanto anticipato dal Ministero del Lavoro nella risposta ad Interpello n. 9/2010 in merito al pagamento diretto delle prestazioni di malattia, maternità, permessi ex lege n. 104/1992 e congedo straordinario.
L'Istituto previdenziale ricorda che le uniche fattispecie per le quali è previsto il pagamento diretto delle suddette prestazioni sono:
  • lavoratori agricoli, stagionali e domestici;
  • lavoratori disoccupati o sospesi dal lavoro che non usufruiscono della CIG;
  • lavoratori dello spettacolo saltuari o con contratto a termine.

martedì 13 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 13 LUGLIO

Identificazioni catastali obbligatorie: Circolare del Territorio sulle novità previste dal D.L. n. 78/2010
Con Circolare 9 luglio 2010, n. 2, l'Agenzia del Territorio ha fornito una serie di chiarimenti in merito alle novità (in vigore dal 1° luglio 2010) introdotte dall'art. 19, comma 14, D.L. n. 78/2010, che impone, a pena di nullità degli atti immobiliari, l'indicazione dell'identificazione catastale, della dichiarazione di conformità ed il riferimento delle planimetrie.
Di seguito si elencano alcune delle principali precisazioni evidenziate dalla Circolare:
  • in presenza di difformità di scarsa rilevanza tra lo stato di fatto di un immobile e la sua configurazione catastale (ad esempio, spostamenti di porte) non è obbligatorio presentare la dichiarazione di variazione in catasto ma è sufficiente rilasciare un'attestazione di conformità;
  • per la dichiarazione di conformità trova applicazione la nuova disciplina solo nelle ipotesi in cui le variazioni siano influenti e incidenti sulla consistenza, la categoria e la classe dell'unità immobiliare. Al contrario, la dichiarazione può essere resa dai proprietari;
  • l'ambito applicativo delle nuove disposizioni è limitato ai fabbricati già esistenti o per i quali sussiste l'obbligo di dichiarazione, restando escluse le particelle dei terreni, i fabbricati rurali, i fabbricati in corso di costruzione ed i lastrici solari;
  • il riferimento alle planimetrie deve essere comunque indicato, anche nel caso di planimetrie non presenti in catasto;
  • è obbligatorio allegare la dichiarazione di variazione in presenza di modifiche dello stato, consistenza, attribuzione di categoria e classe.

Sostitutiva del 12,50% per gli Etc: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 12 luglio 2010, n. 72, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che i profitti che derivano dagli "Exchange traded commodities" (Etc), se percepiti da persone fisiche non esercenti attività d'impresa, sono da inquadrare come "redditi diversi" e devono scontare l'imposta sostitutiva del 12,50%.
Infatti, gli Etc sono strumenti finanziari derivati, ossia, titoli negoziati in borsa, senza scadenza, emessi a fronte dell'investimento diretto dell'emittente in materie prime o in contratti su materie prime.

Falsa fatturazione: Sentenza Corte di Cassazione
Con Sentenza 9 luglio 2010, n. 16229, la Corte di Cassazione si è espressa in materia di falsa fatturazione.
Secondo i giudici, le dichiarazioni dei lavoratori di una società sulla mancanza di struttura organizzativa dell'azienda fornitrice o subappaltatrice e la presenza di ulteriori circostanze comprovanti sono valide per ritenere "l'inesistenza di tale ditta", anche qualora fra le due società vi sia regolare scambio di fatture.

Sicurezza sul lavoro e responsabilità penale del datore di lavoro
La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 26758 del 12 luglio 2010, ha stabilito che il datore di lavoro è sempre responsabile in caso di violazione delle norme sulla sicurezza, indipendentemente dal fatto che l'organo di vigilanza preposto abbia provveduto ad assegnare un termine per adempiere agli obblighi in oggetto.
Nello specifico non può essere dichiarata improcedibile l'azione penale adducendo la mancata intimazione al trasgressore del termine per adempiere.

lunedì 12 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 12 LUGLIO

Cessione di complessi immobiliari oggetto di accordi con enti territoriali: DRE Emilia Romagna
Con Nota 31 maggio 2010, prot. n. 909-28406/2010, la DRE Emilia Romagna si è espressa in merito all'applicazione dell'art. 67, comma 1, lettera b), TUIR, nei casi di cessione a titolo oneroso di complessi immobiliari oggetto di accordi con enti territoriali.
Nello specifico, la Nota sottolinea che i contribuenti (persone fisiche, società semplici, enti non commerciali e soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia) interessati alla vendite dei suddetti complessi immobiliari, possono ridurre la plusvalenza realizzata procedendo alla loro rivalutazione, prevista dalla Legge finanziaria 2010, tramite l'applicazione dell'imposta sostitutiva del 4% rispetto al valore stabilito dalla perizia (pagabile anche in tre rate annuali di pari importo).
La DRE precisa infine che il ricorso alla rivalutazione ex Finanziaria 2010 è possibile in quanto oggetto della cessione risultano essere non i singoli immobili ma l'area su cui gli stessi insistono.

Prevalgono gli studi di settore sul criterio di cassa: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza 9 luglio 2010, n. 16235, la Corte di Cassazione ha stabilito che gli studi di settore ed i coefficienti presuntivi prevalgono sul criterio di cassa.
In particolare, ciò significa che in fase di accertamento il professionista non può provare il suo reddito sulla base di quanto ha effettivamente incassato nell'anno di imposta contestato, ed eventuali compensi incassati nel periodo d'imposta successivo, ma riferiti all'anno oggetto dell'accertamento, risultano non rilevanti.

Gli stabilimenti scontano l'ICI: Sentenza Corte di Cassazione
Con Sentenza n. 15470/2010, la Corte di Cassazione ha stabilito che lo stabilimento balneare è tenuto al pagamento dell'ICI.
Secondo i giudici infatti, il concessionario di un'area demaniale su cui sia stato realizzato uno stabilimento balneare può essere considerato, qualora emerga chiaramente dall'atto di concessione, titolare di proprietà superficiaria acquisita a titolo originario di durata temporanea, pari a quella di concessione.

Contributi volontari per l'anno 2010
L'INPS, con la Circolare n. 91 del 9 luglio 2010, illustra le modalità di calcolo dei contributi volontari:
dei lavoratori dipendenti non agricoli, da versare per l'anno 2010;
degli iscritti all'evidenza contabile separata del FPLD e degli iscritti al Fondo Volo e Fondo dipendenti Ferrovie dello Stato S.p.A.

Rinnovo CCNL Turismo
In data 9 luglio 2010 le associazioni sindacali Filcams-Cigil, Fisascat Cisl e Uiltucs-Uil e le associazioni datoriali aderenti a Confindustria (Federturismo e Aica), hanno provveduto a sottoscrivere l'accordo di rinnovo del CCNL Turismo scaduto in data 31 dicembre 2009.
La decorrenza del nuovo contratto sarà 1° gennaio 2010 - 30 aprile 2013 e nello stesso viene previsto un aumento di 115,00 euro ed un'integrazione economica di 210,00 euro per il secondo livello di contrattazione.

venerdì 9 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 09 LUGLIO

Le Scadenze di lunedì 12 luglio 2010
MOD. 730/2010
Invio telematico all'Agenzia delle Entrate dei modd. 730 non comprensivi dei modd. 730-4 da parte dei CAF/professionisti abilitati (dottori commercialisti, consulenti del lavoro, ecc.) con riferimento ai sostituti d'imposta che non si sono abilitati al servizio nonché a quelli che provvedono alla trasmissione attraverso altri canali (INPS, Ferrovie dello Stato, ecc.); Invio telematico all'Agenzia delle Entrate dei modd. 730 da parte del datore di lavoro o ente pensionistico che presta direttamente l'assistenza fiscale.

Il coniuge separato può detrarre i figli a carico per intero: Sentenza della Cassazione
Con Ordinanza 18 giugno 2010, n. 14707, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alla detrazione spettante per carichi di famiglia, stabilendo che il coniuge separato può detrarsi i figli a carico per intero (100%).
Nel caso di specie una contribuente sosteneva, ai sensi dell'art. 12, comma 1, lett. b), TUIR, di aver diritto all'intera detrazione (100% anziché 50%) in quanto legalmente separata ed affidataria dei figli.
Al riguardo, i giudici hanno accolto la richiesta della contribuente, evidenziando che dalla nozione di "mancanza del coniuge" sono esclusi i casi di separazione legale, di scioglimento o annullamento del matrimonio o di cessazione dei suoi effetti civili, casi in ordine ai quali per i figli rimasti a carico è riconosciuta la detrazione in misura doppia rispetto a quella prevista in via generale per i figli (per l'appunto, 100% anziché 50%).

Falsa fatturazione: Sentenza Corte di Cassazione
Con Sentenza 8 luglio 2010, n. 26138, la Corte di Cassazione ha stabilito che è punibile l'imprenditore che emetta fatture false per operazioni realizzate molto più tardi rispetto alla data indicata nel documento.
I giudici hanno condannato il soggetto, considerando l'operazione come emissione di fattura "inesistente", ai sensi dell'art. 8, D.Lgs. n. 74/2000, sostenendo che per configurare il reato è sufficiente che chi ha emesso fattura si proponga di consentire a terzi l'evasione delle imposte sul reddito o dell'IVA, "ma non anche che il terzo consegua effettivamente l'evasione".

La fattura va emessa anche se c'è compensazione: Sentenza della Corte di Cassazione
Con Sentenza 30 giugno 2010, n. 15441, la Corte di cassazione ha sancito che l'obbligo di emissione della fattura vige anche nell'ipotesi in cui il pagamento del servizio non sia effettivamente avvenuto, in quanto compensato con un credito del fornitore.
I giudici hanno affermato che l'esistenza della compensazione del credito con il debito dell'azienda fornitrice comportava l'obbligo di emissione della fattura, a prescindere ".da qualunque accordo intervenuto eventualmente tra le parti".

F24: nuove causali per "EBNA" e "Vita"
L'Agenzia delle Entrate, con le Risoluzioni n. 70 e 71 entrambe dell'8 luglio 2010, fornisce indicazioni circa l'istituzione di due nuovi codici causali per il versamento rispettivamente all'Ente bilaterale "EBNA" e alla Cassa sanitaria "Vita".
In particolare la Risoluzione n. 70/2010, ha previsto l'istituzione della causale contributo "EBNA" per il versamento, tramite modello F24, dei contributi per il finanziamento a favore dell'Ente bilaterale nazionale artigianato, mentre, la Risoluzione n. 71/2010, ha previsto l'istituzione della causale contributo "VITA" per il versamento, tramite modello F24, dei contributi per il finanziamento a favore dell'ente bilaterale, dell'industria alimentare, "CASSA ASSICURATIVA RISCHIO VITA".

giovedì 8 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 08 LUGLIO

Donazioni agli ospedali universitari deducibili: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 7 luglio 2010, n. 68, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che le donazioni alle aziende ospedaliero-universitarie sono deducibili dal reddito complessivo delle persone fisiche e dei titolari di reddito d'impresa.
Tali erogazioni liberali sono ammesse, a condizione che gli ospedali-universitari non svolgano esclusivamente o prevalentemente attività di natura commerciale, tali da realizzare finalità ulteriori rispetto all'assistenza sanitaria e l'istruzione, che la norma agevolativa tutela.

Assoggettabilità IRES delle Comunioni familiari: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 7 luglio 2010, n. 69, l'Agenzia delle Entrate si è espressa in merito all'assoggettabilità IRES ed IVA delle comunioni familiari di gestione di fondi rustici.
Nella Risoluzione in oggetto è stato infatti stabilito che qualora la fruibilità dei beni posseduti e dei relativi frutti non sia destinata ad uso collettivo ma ai soli soci, la Comunione risulta assoggettabile ad IRES.

Se c'è effettivo interesse economico i costi "black list" sono deducibili: Sentenza della CTR Ancona
Con Sentenza 5 marzo 2010, depositata in data 22 giugno 2010, la CTR di Ancona si è espressa in merito alla questione interpretativa dell'art. 110, comma 10, TUIR, affermando (per la prima volta) la deducibilità dei costi e degli oneri derivanti da operazioni intrattenute con soggetti "black list".
Nello specifico, la Commissione tributaria regionale sostiene che l'effettivo interesse economico dell'impresa a portare a termine una determinata operazione commerciale è dimostrato qualora si è in grado di produrre profitto, indipendentemente dalla evidenziazione della maggiore convenienza.
Non solo, secondo i giudici un'operazione non palesemente in perdita, se effettivamente compiuta, è idonea ad integrare il requisito richiesto dall'Amministrazione finanziaria al fine di scongiurare l'indeducibilità dei costi sostenuti per acquisire beni e servizi con soggetti residenti in paesi "black list".

Contributi colf relativi al secondo trimestre 2010: pagamento entro il prossimo 10 luglio
Si ricorda che sabato 10 luglio 2010 è l'ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali relativi al trimestre aprile - giugno 2010 per il personale domestico.
Il versamento deve essere effettuato a mezzo c/c postale predisposto dall'INPS ovvero con versamento online tramite Posteitaliane.

Addizionale danno biologico, anno 2009, per le aziende agricole
Il Presidente dell'INAIL ha fissato l'addizionale sui contributi assicurativi agricoli per la copertura degli oneri relativi al danno biologico per l'anno 2009 nella misura pari all'1,60%.
La Determina del Presidente n. 15 del 30 giugno 2010 sarà inviata al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l'emanazione del relativo decreto.

mercoledì 7 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 07 LUGLIO

Plusvalenze da operazioni sul mercato on line tassate al 12,5%: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 6 luglio 2010, n. 67, l'Agenzia delle Entrate ha stabilito il trattamento fiscale da applicare ai differenziali positivi e negativi che scaturiscono a seguito delle operazioni concluse sul mercato monetario on line.
In particolare, posto che le plusvalenze conseguite dalla compravendita di valute effettuate attraverso tale mercato hanno rilevanza reddituale, le medesime devono essere assoggettate all'imposta sostitutiva nella misura del 12,50%; le minusvalenze, invece, non risultano deducibili.

Soggetti IRES in liquidazione: Risoluzione delle Entrate
Con Risoluzione 6 luglio 2010, n. 66, l'Agenzia delle Entrate ha fornito un importante chiarimento riguardante i soggetti IRES in liquidazione, per i quali la procedura di liquidazione si protrae oltre l'esercizio in cui ha avuto inizio ma per meno di cinque anni.
L'Agenzia ha precisato che, ai sensi dell'art. 182, comma 3, TUIR:
  • per tali soggetti l'ultima frazione di anno non necessita di autonoma dichiarazione IRES, perché questa non costituisce un autonomo "periodo di imposta successivo";
  • "il reddito prodotto nella frazione di periodo antecedente la chiusura della liquidazione è, infatti, assorbito dal risultato che emerge dal bilancio finale di liquidazione e, conseguentemente, anche l'imposta ad esso relativa va liquidata sulla base del risultato finale, tenendo conto anche delle eventuali poste di conguaglio".

Per la frazione di anno in oggetto permane invece l'obbligo di presentare autonome dichiarazioni IVA ed IRAP.

Maggiorazione IRAP e addizionale regionale IRPEF: Comunicato stampa delle Entrate
Con Comunicato stampa 1° luglio 2010, l'Agenzia delle Entrate ha fornito precisazioni in merito all'applicazione delle maggiorazioni delle aliquote IRAP (nella misura dello 0,15%) ed addizionale regionale IRPEF (0,30%) che interessano le regioni Lazio, Campania, Molise e Calabria.
Nello specifico, l'Agenzia comunica che la maggiorazione avrà effetto sull'acconto IRAP da effettuare a novembre 2010, il quale dovrà essere determinato:

  • con il metodo storico, assumendo quale imposta del periodo precedente quella che si sarebbe determinata applicando l'aliquota maggiorata dello 0,15%;
  • con il metodo previsionale, assumendo come imposta di riferimento quella determinata applicando al volume della produzione previsto l'aliquota maggiorata dello 0,15%.

Dall'importo dovuto su base annuale, calcolato con queste modalità, andrà sottratto quanto versato in occasione del primo acconto sul quale la maggiorazione non era applicabile.
Per quanto riguarda l'incremento dello 0,30% dell'addizionale regionale IRPEF, lo stesso produce effetti a regime a partire dal 2011. Pertanto, nel 2010 sono interessati dall'aumento solo i lavoratori dipendenti che cessano il rapporto di lavoro in corso d'anno: in questi casi, in sede di conguaglio i datori di lavoro trattengono l'addizionale regionale 2010 (applicando l'aliquota maggiorata dell'1,70%) e le rate residue dell'addizionale regionale 2009 (applicando la previgente aliquota dell'1,40%).

Domicilio per la notificazione degli atti solo con comunicazione: novità del D.L. n. 78/2010
Il D.L. n. 78/2010, articolo 38, comma 4, lettera a), intervenendo sull'articolo 60, D.P.R. n. 600/1973 ha disposto che, qualora il contribuente intenda eleggere domicilio per la notificazione degli atti presso una persona o ufficio del Comune del proprio domicilio fiscale, detto domicilio debba risultare da un'apposita comunicazione da inviare al competente ufficio a mezzo raccomandata A/R o in via telematica.
Le modalità attuative di tale disposizione saranno definite con apposito Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate.
In sostanza, dal 31 maggio 2010 non è più consentito richiedere la domiciliazione degli atti in dichiarazione dei redditi, compilando l'apposita sezione del frontespizio; a tal fine, l'Agenzia delle Entrate ha provveduto ad aggiornare le procedure di controllo delle dichiarazioni fiscali (IVA, redditi, IRAP) introducendo un messaggio di warning in caso di compilazione della predetta sezione.

Registrazione nel LUL del rimborso spese degli amministratori che non percepiscono compensi: precisazioni ministeriali
Il Ministero del Lavoro, con l'Interpello n. 27 del 6 luglio 2010, interviene per fornire chiarimenti in merito alla possibilità di omettere la registrazione nel LUL del rimborso spese degli amministratori che non percepiscono compensi.
Al riguardo, acquisito il parere della Direzione generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro, il Ministero ricorda che "gli amministratori sono da iscrivere nel LUL solo se non sono liberi professionisti e solo con riferimento al mese in cui avviene la eventuale percezione di compensi o rimborsi spese".

Dichiarazioni di responsabilità on-line anche per le aziende agricole
L'INPS, nel Messaggio n. 17878 del 6 luglio 2010, comunica che il servizio on-line presente sul sito istituzionale alla sezione "Servizi per le Aziende e i Consulenti" è stato implementato con nuove funzionalità per le aziende agricole.
In particolare, l'applicativo "Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente", in breve "DiResCo", prevede ora, anche per le aziende agricole, l'invio telematico della dichiarazione di responsabilità che attesti la sussistenza dei requisiti previsti per la concessione degli incentivi di cui al comma 7, articolo 7-ter, del D.L. n. 5/5009 (datori di lavoro che assumono lavoratori destinatari, per gli anni 2009 e 2010, di ammortizzatori sociali in deroga).

Legge 104/92: le novità per l'assistenza ai disabili
In data 6 luglio 2010, il Ministero del Lavoro ha pubblicato due interpelli contenenti chiarimenti in merito all'assistenza ai disabili. In particolare:

  • nell'Interpello n. 30, il Ministero precisa che, qualora il disabile presti attività lavorativa, non si può escludere a priori il diritto al congedo straordinario biennale da parte di un familiare, relativo al medesimo periodo;
  • nell'Interpello 31, il Ministero ritiene possibile che, in relazione ai 3 giorni di permesso retribuito mensile (fruibili anche ad ore), il datore di lavoro possa richiedere una programmazione settimanale o mensile di tali assenze, fermo restando che non si deve compromettere il diritto del disabile ad una effettiva assistenza.

L'INPS, inoltre, con il Messaggio n. 17899 del 6 luglio 2010, ripristina, a decorrere dal 1° gennaio 2009, la possibilità di recuperare gli importi relativi al congedo straordinario biennale per l'assistenza a un disabile (di cui all'art. 42, comma 5 del D.Lgs n. 151/2001) per tutti i datori di lavoro del settore privato anche se i lavoratori sono iscritti ad un Ente diverso dall'INPS.

Ammissibilità della procedura di emersione a seguito di accertamento ispettivo
Il Ministero del Lavoro, con risposta all'Interpello n. 29 del 6 luglio 2010, ha chiarito che in caso di istanza volta ad ottenere la regolarizzazione di lavoratori in nero (art. 1, commi 1192-1201, L. n. 296/2006), qualora la stessa venga avanzata a seguito di accertamento ispettivo, deve essere accolta:

  • se l'azienda abbia fatto rinvio al verbale ispettivo in sede di accordo sindacale, pur omettendo di indicare i nomi dei singoli lavoratori;
  • se l'azienda non include lavoratori risultati come subordinati a seguito di ispezione, ma dichiarati autonomi con successiva sentenza passata in giudicato, precedente all'attivazione della procedura di emersione.

Fondo Volo: limite massimo di retribuzione pensionabile
Il Ministero del Lavoro, con l'Interpello n. 28 del 6 luglio 2010, fornisce chiarimenti riguardo la possibilità dell'estensione ai lavoratori iscritti al Fondo Volo, aventi diritto alla liquidazione del trattamento pensionistico in base al sistema retributivo con le modalità di calcolo fissate dall'art 1-quater del D.L. n. 249/2004, del sistema di calcolo per la determinazione della retribuzione pensionabile ex art. 24, commi 6 e 7 della Legge n. 895/1965 (come sostituito dall'art. 8, Legge n. 480/1988), secondo l'interpretazione contenuta nell'interpello n. 7/2008.
Viene precisato che l'interpretazione sul calcolo delle retribuzioni degli anni precedenti "va limitata alle sole ipotesi in cui risulti ancora operante il sistema di calcolo del tetto pensionabile ai sensi dell'art. 24 comma 6, L. n. 859/1965 non potendo, al contrario, trovare applicazione per i lavoratori interessati dalla nuova disciplina introdotta dall'art. 1-quater del D.L. n. 249/2004 in ragione dell'intervenuta modifica del sistema di calcolo stesso."

martedì 6 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 06 LUGLIO

Le Dogane velocizzano i tempi: Provvedimento
Con Provvedimento 1° luglio 2010, l'Agenzia delle Dogane ha dato attuazione alla legge n. 241/1990 sul procedimento amministrativo: l'Agenzia, per i procedimenti di propria competenza, ha infatti individuato tutti gli uffici responsabili e tutte le tempistiche massime ammissibili, le quali in numerosi casi sono state ridotte a 90 giorni.
Tale tipo di regolamento era già stato approvato nel 2008 ma è divenuto necessario aggiornarne i contenuti dopo le ultime modifiche normative occorse in materia di efficienza della Pubblica Amministrazione.

Verifica dei bilanci con attenzione alle norme ambientali: Documento CNDCEC
Con Documento 1° luglio 2010, denominato "Indicazioni e raccomandazioni per l'attività di controllo sulle tematiche ambientali", il Consiglio nazionale dottori commercialisti ed esperti contabili (CNDCEC) ha precisato che i sindaci ed i revisori hanno l'obbligo di verificare che il bilancio e la relazione di gestione rendano noti gli eventuali rischi ambientali dell'attività sociale, nonché le manovre adottate al fine di evitare tali rischi.
A tal fine gli organi di controllo e di revisione dovranno acquisire le necessarie informazioni in materia ambientale dai responsabili aziendali.

I lavori di adeguamento del fondo sono attività agricole a tutti gli effetti: CTP di Treviso
Con Sentenza 3/1/2010, la CTP di Treviso ha disposto che i lavori di adeguamento del fondo agricolo, siano essi di coltivazione o propedeutici alla successiva coltivazione, sono attività agricole a tutti gli effetti.
Di conseguenza, secondo i giudici tributari non si configura la decadenza dalle agevolazioni previste per la piccola proprietà contadina nel caso in cui, ad esempio, la società agricola provveda alla demolizione dei manufatti esistenti sul terreno.

Le regole CIG per le imprese industriali valgono anche per il settore edile
Il Ministero del Lavoro, nell'Interpello n. 26 del 5 luglio 2010, risponde ad un quesito in merito alla modalità di fruizione della CIG nel settore edile e affini, affermando che:
"Più in particolare, anche sulla base di un principio di maggiore estensione degli strumenti di tutela del reddito dei lavoratori, sembra potersi sostenere che la più favorevole disposizione normativa di cui all'art. 6, comma 1, della L. n. 164/1975 - che non richiede, ai fini della proroga, necessariamente una ripresa pur parziale dell'attività lavorativa - trova applicazione con riferimento a tutte le imprese industriali, ivi comprese quelle del settore edili e affini.".

Le novità dell'Europa sul distacco
L'INPS, con la Circolare n. 82 del 1° luglio 2010, rende noto che a partire dal 1° maggio 2010, a seguito dell'emanazione dei Regolamenti CE 883/2004 e 987/2009, vengono introdotte importanti novità in relazione alle modalità di gestione dei lavoratori distaccati.
In aggiunta si forniscono chiarimenti sul nuovo sistema di scambio telematico delle informazioni tra le diverse Istituzioni dei 27 Stati membri della UE.

lunedì 5 luglio 2010

AGGIORNAMENTO DEL 05 LUGLIO

Le Scadenze di martedì 06 luglio 2010
MOD.UNICO 2010 PERSONE FISICHE – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine entro il quale effettuare i versamenti relativi a: IRPEF (saldo 2009 e primo acconto 2010); addizionale regionale all'IRPEF (saldo 2009); addizionale comunale all'IRPEF (saldo 2009 e acconto 2010); imposta sostitutiva regime nuove iniziative (10%); saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); acconto 20% dell'imposta dovuta per i redditi a tassazione separata; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; contributi IVS (saldo 2009 e primo acconto 2010); contributi Gestione separata INPS (saldo 2009 e primo acconto 2010);
MOD. UNICO 2010 SOCIETA’ DI PERSONE – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine entro il quale effettuare i versamenti relativi a: saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale a seguito di operazioni straordinarie; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie;
MOD. UNICO 2010 SOCIETA’ DI CAPITALI ED ENTI NON COMMERCIALI – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Termine entro il quale effettuare, da parte dei soggetti con esercizio coincidente con l'anno solare (approvazione del bilancio nei termini ordinari), i versamenti relativi a: saldo IVA 2009 con maggiorazione dell'1,2% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3); IRES (saldo 2009 e primo acconto 2010); imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni esistenti al 31.12.2009 da quadro EC; imposta sostitutiva 12-14-16% dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale a seguito di operazioni straordinarie; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie;
MOD. IRAP 2010 – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento dell'IRAP (saldo 2009 e primo acconto 2010) da parte di persone fisiche, società di persone e soggetti assimilati, società di capitali ed enti non commerciali con esercizio coincidente con l'anno solare;
STUDI DI SETTORE ADEGUAMENTO – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento dell'IVA dovuta sui maggiori compensi/ricavi da parte dei soggetti che si adeguano agli studi di settore per il 2009 (codice tributo 6494) e dell'eventuale maggiorazione del 3% (codice tributo 4726 per le persone fisiche e 2118 per i soggetti diversi dalle persone fisiche);
DIRITTO ANNUALE CCIAA – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento del diritto CCIAA 2010 (codice tributo 3850). Si rammenta che il diritto annuale di competenza delle CCIAA di Monza e Brianza e della CCIAA di Fermo va versato utilizzando rispettivamente i codici tributo 3863 e 3866;
RIVALUTAZIONE IMMOBILI D’IMPRESA – SOGGETTI CHE BENEFICIANO DELLA PROROGA
Versamento della seconda rata dell'imposta sostitutiva per la rivalutazione, con effetto anche ai fini fiscali, degli immobili d'impresa posseduti al 31.12.2008, ex art. 15, commi da 16 a 23, DL n. 185/2008 (codice tributo 1824); Versamento della seconda rata dell'imposta sostitutiva (codice tributo 1825) per l'affrancamento del relativo saldo attivo di rivalutazione.

Nelle cessioni intracomunitarie l'IVA è esente anche in caso di fatture false: Corte di giustizia UE
Con Sentenza 29 giugno 2010, n. C-285/09, l'avvocato generale della Corte di giustizia UE ha statuito che, qualora una operazione presenti tutti i requisiti della cessione intracomunitaria, il Fisco non può pretendere l'IVA neppure se il cedente adotta un comportamento fraudolento (quale, ad esempio, l'intestazione delle fatture a falsi acquirenti al fine di evadere l'imposta nel paese di destinazione dei beni).
Secondo l'avvocato UE, una simile condotta può essere punita con sanzioni adeguate ma non può comportare il diniego dell'esenzione alla cessione intracomunitaria; al contrario, infatti, si configurerebbe una violazione dei principi di neutralità e di territorialità dell'IVA, considerato che l'operazione è soggetta all'imposta nel paese di destinazione.

Rivalsa IVA solo quando è assegnato l'alloggio: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza n. 14578/2010, la Corte di Cassazione ha stabilito che alla società cooperativa è consentito esercitare il diritto di rivalsa IVA nei confronti dei soci, esclusivamente quando stipuli il contratto di assegnazione dell'alloggio.
Conseguentemente non è possibile pretendere l'imposta dall'associato successivamente, a seguito di rettifica operata dall'Amministrazione finanziaria.

La Ctp decide sull'accatastamento: Sentenza della Cassazione
Con Sentenza depositata il 30 giugno 2010, n. 15538, la Corte di Cassazione ha stabilito che in sede di contenzioso la Commissione Tributaria, avendo pieno potere estimativo, deve decidere della fondatezza della pretesa tributaria in merito all'accatastamento di un immobile.
Nella Sentenza in oggetto, la Ctr si era limitata a decidere solo sulla legittimità di un avviso di accertamento da parte di un ente locale, senza entrare nel merito della pretesa tributaria, sostenendo che spetta all'Agenzia del Territorio la classificazione degli immobili. La Corte Suprema ha chiarito invece che le commissioni tributarie sono legittimate a decidere, essendo dotate di ampio potere estimativo, anche sostitutivo.

Cassazione: l'orientamento della Corte per licenziamenti a seguito di CIGS e mobilità
Con le Sentenze n 2734 dell'8 febbraio 2010, nonché n. 3603 del 16 febbraio 2010, la Corte di Cassazione è intervenuta in merito alla validità di licenziamenti per aziende in CIGS o in Mobilità.
La Suprema Corte, con la Sentenza n. 2734/2010, ha ritenuto valido il licenziamento collettivo che coinvolga meno di 5 dipendenti per un'azienda che proveniva da una procedura di Cassa integrazione guadagni straordinaria.
Con la Sentenza n. 3603/2010, la Corte di Cassazione ha ribadito come le motivazioni che portino alla scelta del personale da cessare a seguito di procedura di mobilità, debbano essere complete ed adeguate.

Abruzzo: l'INAIL conferma la sospensione
L'INAIL, nella Nota protocollo n. 2422 del 2 luglio 2010, conferma la sospensione nel recupero di quanto non versato in seguito al sisma Abruzzo del 6 aprile 2009, richiamando il comunicato stampa congiunto Agenzia delle Entrate - INPS del 25 giugno 2010.
Pertanto, in attesa delle modifiche che verranno apportate in sede di conversione in legge del D.L. n. 78/2010, l'INAIL, ai fini di assicurare la necessaria uniformità operativa, comunica:
  • la sospensione nel pagamento dei premi sospesi dal 6 aprile al 30 giugno 2010 il cui recupero era previsto in unica soluzione il 16 luglio 2010;
  • conferma il recupero dei premi sospesi dal 6 aprile al 30 novembre 2009, dovuti dagli Istituti bancari e assicurativi, in sessanta rate dal 16 giugno 2010.